Home/Dallo sportswear all’adv, il textile printing oltre il fashion

You are here

Dallo sportswear all’adv, il textile printing oltre il fashion

24 012018

description

Se si parla di stampa su tessuto si apre un mondo di possibili applicazioni, materiali, tecnologie: dall’abbigliamento sportivo al tessile per la casa, si spazia tra comparti molto diversi con esigenze tecniche le più svariate a cui il settore del printing risponde con stampanti sempre più performanti.

Stampa tessile è… tutto ciò che viene stampato su tessuto. In altre parole, le applicazioni che attengono al mondo del textile spaziano tra i settori più svariati e comportano requisiti tecnici e tecnologici molto diversi. Con il recente boom legato all’avvento della stampa tessile digitale, le carte si sono ulteriormente mischiate. Oltre all’exploit dell’abbigliamento fashion e del fenomeno della fast fashion, sotto ai riflettori dell’universo del textile negli scorsi anni, sono stati anche altri i comparti interessati dal cambiamento delle logiche produttive e dal sorgere di applicazioni innovative legate al tessuto.

A partire dallo sportswear – l’abbigliamento sportivo – che guarda alla stampa quale strumento strategico per creare applicazioni originali e lanciare nuove tendenze. Si tratta del comparto con il più vasto numero di mercati finali, laddove ogni sport rappresenta un segmento a sé stante e a questi va aggiunto tutto il mondo dei prodotti casual, ovvero dei capi di abbigliamento sportivo destinati a un uso quotidiano. Ulteriore elemento di differenziazione, i requisiti tecnici richiesti agli articoli, come la protezione alle intemperie – per giacche a vento, giubbini antivento o impermeabili – o la compatibilità al contatto diretto con la pelle – per magliette, pantaloni, tute e così via. A fronte della forte segmentazione dello sportswear, nella selezione dei tessuti fattori quali composizione, tipo di tessitura, armature e finissaggi vengono valutati in funzione delle caratteristiche tecniche da soddisfare. Proprio per questo, nell’abbigliamento sportivo vengono utilizzati praticamente tutti i tipi di composizione, con una discriminante rispetto alla scelta di tessuti sintetici per l’abbigliamento professionale, che richiede resistenze meccaniche superiori, e di fibre naturali per i capi destinati al contatto con la pelle.

 Al di fuori dell’abbigliamento o dell’home textile, il tessuto trova oggi ampio utilizzo nel mondo della comunicazione a trecentosessanta gradi. Soft signage, banner, display e flag sono tutte le applicazioni del comparto dell’adv e comunicazione contemporaneo nelle quali l’uso del tessuto cresce in misura esponenziale. Del resto, lo sviluppo di stampanti sempre più performanti destinate al tessile ha determinato, negli ultimi anni, un aumento vertiginoso dell’utilizzo del tessuto nell’ambito delle attività di comunicazione e promozione delle aziende. Tale fenomeno ha catturato l’interesse di molte realtà tessili produttrici che sono scese in campo investendo tempo, risorse ed energie per studiare soluzioni idonee a vari utilizzi finali, in precedenza prerogativa dei prodotti plastici – tutt’oggi indispensabili per alcune applicazioni speciali. Basta osservare quante sono le bandiere, i banner, gli espositori, le cornici, gli allestimenti fieristici, le manifestazioni sportive o aziendali, in varie forme e misure, per farsi un’idea di quanto sia grande il consumo di tessuto e per capire l’importanza che questo materiale ha raggiunto nel mercato dell’ADV.

Quali sono i tessuti più utilizzati in questo ambito? Sicuramente il poliestere, materiale sintetico che garantisce una grande resistenza meccanica e che consente di stampare in sublimazione – la tecnologia di stampa più utilizzata nel settore dell’adv e comunicazione. Anche in questo mercato sta crescendo l’utilizzo della stampa con inchiostri latex che, per la sua versatilità, permette ai possessori di queste macchine di stampare anche su fibre tessili, mantenendo comunque dei buoni risultati cromatici e di resistenza.

 La tessitura dei tessuti destinati all’ADV e comunicazione può essere fatta con telai a maglia (lineare o circolare) o, per gli articoli molto tecnici, con telai ortogonali (più conosciuti come telai a navetta). Le caratteristiche tecniche richieste variano in funzione dell’utilizzo finale. Per le bandiere, oltre al peso leggero è importante avere un’ottima ‘bifaccialità’, in modo che il disegno sia ben visibile da entrambi i lati. Per applicazioni tecniche come le pareti occorre invece una buona copertura per evitare antipatiche trasparenze delle strutture di sostegno. Per i gonfiabili è necessario garantire un’ottima tenuta all’aria, mentre per comunicazioni intelaiate in cornici è basilare avere la giusta elasticità e, nei casi di retroilluminazione, utilizzare tessuti che abbiano un’efficace diffusione della luce.

Copyright © 2016 Fiera Milano SpA
SEDE LEGALE Piazzale Carlo Magno 1, 20149 Milano
SEDE OPERATIVA Strada Statale del Sempione, 28 - 20017 Rho (Milano)
P.IVA C.F. 13194800150 - Tel. +39 02.4997.1 - Fax. +39 02.4997.6252
e-mail: print4all@fieramilano.it

PRIVACY COOKIE