Home/Il mercato dell’online printing in Italia

You are here

Il mercato dell’online printing in Italia

24 012018

description

L’online printing, meglio conosciuto come W2P, sta crescendo in Italia di pari passo con l’e-commerce. E’ una sfida che gli stampatori stanno affrontando rinnovando il proprio parco macchine per essere pronti a rispondere ad una domanda crescente da parte dei clienti. Ma cosa implica davvero questo cambiamento? E quali sono le reali prospettive in Italia?

L’online printing – o web to print - è un nuovo modello di business che ha già dato importanti soddisfazioni alle aziende che lo hanno adottato. Ci sono diversi motivi che hanno spinto alcuni stampatori verso questo cambiamento, primo fra tutti l'ampliamento dell'offerta a catalogo. Chi ha già adottato il W2P rinnova il proprio parco macchine per poter ampliare le loro funzionalità. Così raggiunge meglio il target, aumenta il numero di prodotti e la possibilità di customizzazione per soddisfare ogni esigenza dei clienti.

La crescita dell’interesse dei fornitori di servizi di stampa verso il web to print va di pari passo con l’incremento dell’e-commerce, dove si registra in tutto il mondo un impressionante aumento degli utilizzatori, dei mezzi usati per accedere alla rete (smartphone, tablet e computer) e dei fatturati.

All'interno della UE l'Italia si trova, tuttavia, soltanto al 25° posto della classifica delle vendite online, ma ha registrato un aumento delle operazioni di e-commerce pari a ben il 71% negli ultimi 5 anni e coinvolge oggi il 29% degli italiani. Dato questo estremamente rilevante, motivato dal fatto che il nostro è il Paese con il maggior numero di telefoni cellulari in Europa: erano 36,6 milioni nel 2016 e si prevede che saranno 40,9 milioni nel 2020. Di questi, 17,6 milioni utilizzano smartphone e tablet per la connessione online.

Il web to print non può che risentirne positivamente. La tendenza generale è infatti di ulteriore crescita soprattutto nel B2B, ma per realizzarsi pienamente in linea con le aspettative e per coinvolgere adeguatamente il B2C richiede di focalizzare l'attenzione degli operatori di settore sull'incremento delle attività di marketing, comunicazione e promozione, sull'ampliamento dell'offerta di prodotti e servizi e sul costante miglioramento e potenziamento delle tecnologie impiegate.

Ma quali sono le sfide e i cambiamenti che un'azienda grafica si ritrova ad affrontare prima di implementare una piattaforma W2P? Al primo posto: il training della clientela sulle nuove procedure per far comprendere il risparmio economico e vantaggi che ne comporta. Importante però anche formare lo staff e impostare una nuova strategia per promuovere il W2P.

Sapere quali sono i costi da tenere in considerazione per gestire i software e le attrezzature per il W2P è assolutamente necessario per poi fare un raffronto con quelle che sono le esigenze del mercato, ovvero i prodotti con maggiore domanda e offerta. Attualmente le brochure guidano la classica dei prodotti più acquistati in Italia attraverso piattaforme W2P. A seguire: biglietti da visita e libri, cataloghi e riviste, modulistica e direct mail, poster, banner e segnaletica, cartoline e calendari, photobook, manuali e report e, infine, stampati promozionali, etichette e packaging.

Anche se il business dell’online printing in Italia è attualmente in fase di crescita, sia dal punto di vista dei quantitativi che del fatturato, è ancora troppa la distanza che ci separa dalle performance degli altri Paesi europei. Ma quali sono le cause che ne rallentano lo sviluppo in Italia? Principalmente tre: le aziende non investono a sufficienza in comunicazione e promozione, hanno difficoltà a convincere i clienti a utilizzare i servizi di stampa online e tendono comunque a proporre soprattutto i servizi W2P non interattivi.

Copyright © 2016 Fiera Milano SpA
SEDE LEGALE Piazzale Carlo Magno 1, 20149 Milano
SEDE OPERATIVA Strada Statale del Sempione, 28 - 20017 Rho (Milano)
P.IVA C.F. 13194800150 - Tel. +39 02.4997.1 - Fax. +39 02.4997.6252
e-mail: print4all@fieramilano.it

PRIVACY COOKIE