image

ROAD TO PRINT4ALL: SPAZIO A FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE, IN ATTESA DELL’APPUNTAMENTO DEL 2022

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

image

ROAD TO PRINT4ALL: SPAZIO A FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE, IN ATTESA DELL’APPUNTAMENTO DEL 2022

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

Al via la nuova norma ISO per la stampa rotocalco del packaging
image
Grazie al Gruppo Italiano Rotocalco di Acimga, nei prossimi mesi verrà presentata la prima bozza della normativa ISO legata alla stampa rotocalco del packaging. Un passo importante che colma un gap nella fitta rete di norme sulle Arti Grafiche.

Nel corso di questa primavera verrà presentata la prima bozza della normativa ISO legata alla stampa rotocalco del packaging: un passo importante in quanto nella fitta rete di norme sulle Arti Grafiche, la roto del packaging rappresentava un vuoto.

Ed è soprattutto importante in ottica italiana, in quanto è dal nostro Paese che è partito l’input per colmare questo vuoto. Un successo ottenuto dal Gruppo Italiano Rotocalco nato in seno ad Acimga i cui membri hanno lavorato per far sentire la loro voce a livello internazionale, ambasciatori di una tecnologia di stampa in cui sono leader a livello mondiale. Un successo reso ancor più significativo dal fatto che l’editing della norma è stato affidato a Carlo Carnelli, a capo del Comitato Tecnico di Acimga e capofila per l’Italia, assegnando di fatto una forte preminenza nella stesura dei contenuti al nostro Paese.

 

L’ISO/TC 130

La bozza della normativa ISO verrà presentata durante prossima riunione del WG3 – il Gruppo di Lavoro (Working Group) dedicato al controllo di processo e correlata metrologia. Come molti altri, il WG3 è parte dell’ISO/TC 130, ovvero il Comitato Tecnico dedicato alle Arti Grafiche. Attualmente presieduto dalla Cina, l’ISO/TC 130 si occupa di definire gli standard adottati a livello internazionale come criterio di valutazione della qualità di un prodotto.

 

Il futuro dell’Italia nell’ISO/TC 130

Il successo ottenuto con la normativa legata alla stampa rotocalco del packaging e la costante presenza ai lavori del WG5 sulla sicurezza rappresentano per l’Italia un punto di partenza per ampliare la propria presenza in seno all’ISO/TC 130 e presidiare un maggior numero di tavoli. Nel solo mondo della prestampa, per esempio, sono in discussione norme quali la ISO/TS 18621-11 per una definizione quantitativa del gamut size; o la specifica tecnica ISO/TS 21328 dedicata al multicolor process printing.