image

ROADMAP TO PRINT4ALL: DALLA FUTURE FACTORY UN CONFRONTO PER UNO SVILUPPO POSSIBILE

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

image

ROADMAP TO PRINT4ALL: DALLA FUTURE FACTORY UN CONFRONTO PER UNO SVILUPPO POSSIBILE

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

Attrezzature e materiali per la stampa: si intravede il rimbalzo
image
Presentato l'Osservatorio ARGI sui dati di vendita relativi all'anno scorso: la crisi pandemica ha fortemente impattato sull'andamento del comparto stampa, ma si intravvedono spiragli di cauto ottimismo.

L'Osservatorio ARGI 2020, presentato dall'Associazione Fornitori Industria Grafica, ha tracciato i risultati di vendita relativi a un anno decisamente difficile per il settore della stampa, in linea con gli effetti che la pandemia globale ha mostrato in quasi tutti i comparti dell'industria.

L'impatto dell'emergenza Covid ha senza dubbio influito sull'andamento e sulle tendenze pre-crisi del mondo del printing restituendo un quadro di generale flessione non senza qualche spiraglio di ottimismo come ha ricordato Antonio Maiorano, presidente ARGI: "Il 2020 è stato un anno inedito per le criticità a cui ha sottoposto tutti i settori dell'industria e ci auguriamo non si ripeta. Nel complesso i produttori di attrezzature e materiali per la stampa hanno reagito dimostrando la flessibilità di cui sono capaci mantenendo continuità di supporto e servizio alle aziende di stampa e arginando le perdite al -18% in termini di fatturato. Risultati non così scoraggianti soprattutto se considerati nel quadro generale delle arti grafiche. Segnali di positività che dobbiamo cogliere, unitamente alle altre iniziative messe in campo da ARGI a sostegno di questi mercati, per costruire le nostre strategie di sviluppo nel breve e medio termine".

I fornitori di attrezzature e materiali per la stampa hanno reagito al periodo di difficoltà mettendo in campo strategie per supportare i clienti, in particolare dal punto di vista dell'assistenza tecnica e del service, sempre rispettando le misure di prevenzione previste dai protocolli di sicurezza. Hanno adottato non senza difficoltà sistemi virtuali di comunicazione per sopperire alla scarsa possibilità di effettuare visite in presenza. Nonostante questo impegno nel mantenere attiva la relazione con la clientela, in termini generali l'Osservatorio ARGI ha registrato che il giro d'affari in Italia relativo alla vendita dell'attrezzatura e dei materiali di stampa è tornato al di sotto dei 500 milioni di euro, attestandosi sui 465 milioni di euro pari a una decrescita di poco inferiore del 18% rispetto all'anno precedente. Un dato in calo ma che, paragonato a quello di altri settori, non è esageratamente negativo e non deve far cedere al pessimismo.

L’analisi previsionale fatta dai gruppi attivi nell’Osservatorio ARGI offre uno scenario con qualche cenno di ripresa rispetto ai dati del 2020. Il 2021 sarò sicuramente in crescita, ma una vera ripartenza potrà essere confermata non prima dal 2022.

Il report totale dell’Osservatorio Argi è disponibile qui