image

SOSTENIBILITÀ, INDUSTRY 4.0 E UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA PER IL SETTORE: PRINT4ALL CAMBIA DATE E DÀ APPUNTAMENTO DAL 3 AL 6 MAGGIO 2022

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

image

SOSTENIBILITÀ, INDUSTRY 4.0 E UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA PER IL SETTORE: PRINT4ALL CAMBIA DATE E DÀ APPUNTAMENTO DAL 3 AL 6 MAGGIO 2022

Leggi il comunicato

Scopri tutte le novità

Il colore fedele
image
Fedeltà cromatica. Color consistency per chi preferisce usare gli anglicismi. Per fedeltà cromatica nella stampa si intende la capacità di rendere sullo stampato l’esatta tonalità di colori richiesta dal cliente per un determinato prodotto. Data per assodata la quadricromia, gli stampatori hanno a che fare ogni giorno con colori speciali e colori Pantone, ma soprattutto con una varietà sempre maggiore di materiali su cui stampare e di tecnologie con cui farlo.

Dalla più classica delle carte alle carte riciclate, dai materiali sintetici ai tessuti passando per il cartoncino e il cartone ondulato: ogni supporto ha le sue caratteristiche materiche che impongono un diverso utilizzo e dosaggio dell’inchiostro e dunque del colore per riuscire a ottenere la stessa identica gradazione del file del cliente. A maggior ragione oggi, quando la comunicazione stampata sfrutta canali prima mai sperimentati (si pensi alla stampa digitale del cartone ondulato che permette la personalizzazione fino alla singola copia di box e scatole da imballaggio per un maggiore coinvolgimento dell’utente finale, l’engagement del consumatore nei confronti del marchio – sempre per chi ama gli anglicismi), è essenziale essere reattivi e pronti a proporre soluzioni di marketing inaspettate, nelle quali sia sempre ben visibile e riconoscibile il marchio dell’azienda cliente. Soluzioni attraverso cui sviluppare la cosiddetta brand identity, per far sì che l'identità di un'azienda sia solida e chiara affinché il target di riferimento possa riconoscere il marchio con semplicità e immediatezza.

Ci sono poi le tecnologie di stampa del colore: a getto d’inchiostro, a toner, elettrofotografica… ognuna con le sue caratteristiche, i suoi punti di forza e di debolezza a seconda dell’utilizzo e del materiale scelto. Come si controlla tutto questo? Con sistemi di profilazione e calibrazione software del colore se negli anni si sono fatti sempre più sofisticati, per dare agli stampatori gli strumenti per poter rispondere prontamente alle esigenze di un mercato sempre più esigente. Oggi, per garantire accuratezza e ripetibilità all’intero flusso di lavoro, i professionisti della stampa possono infatti contare su una serie di strumenti che contribuiscono a trasformare la gestione del colore in un processo affidabile e standardizzato e ridurre al minimo la percentuale di errori. Il color management ha il compito di assicurare un risultato cromatico ripetibile su diverse tipologie di stampato, indipendentemente dalle tecnologie di stampa, dai supporti e dagli inchiostri utilizzati.